Home >> Salute >> Perché non Tutti i Frutti di Bosco sono Uguali

Perché non Tutti i Frutti di Bosco sono Uguali

berriesMirtilli, mirtilli rossi, fragole… sappiamo che dovremmo mangiarli, ma non sono più o meno tutti uguali? Beh, sì e no. Contengono tutti sostanze fitochimiche che proteggono le nostre cellule dai danni, ma ogni frutto di bosco ha anche qualcosa di unico, qualcosa che aiuterà il nostro organismo in modo particolare.

In nessun ordine preciso, queste sono le otto bacche che varrebbe la pena di aggiungere regolarmente alla dieta.

1. Le bacche di Goji

bacche di GojiAvete trascorso la notte fuori? Prendete una manciata di bacche di Goji. Coltivate originariamente in Tibet e in Nepal, è stato scientificamente dimostrato che sono in grado di proteggere il fegato dalle tossine. Sono composte da 21 minerali, 18 aminoacidi essenziali, acido linoleico, selenio e dalle vitamine B1, B2 e B6. Se non bastasse, forniscono anche più beta-carotene di una carota.

2. Bacche di Acai

Bacche di AcaiProveniente dalle profondità dell’Amazzonia, la bacca di Acai veniva utilizzata dai locali per la guarigione generale e per l’energia, che potrebbe essere il motivo per cui è ancora oggi associata all’alleviamento del dolore artritico.

Queste bacche contengono antocianine fitonutrienti, il che significa che contribuiscono alla salute del cuore e a tenere basso il colesterolo.

Ci piacciono gli antiossidanti, in quanto rallentano il processo di invecchiamento. Tenendo questo in mente, sarete felici di sapere che rispetto a un mirtillo, una bacca di Acai contiene il doppio della quantità di antiossidanti.

3. Fragole

fragoleEsistono oltre 600 varietà di fragole. Sono tantissime! Hanno tutte un alto contenuto di fitonutrienti chiamati fenoli. I fenoli ci proteggono dalle malattie e sostengono una buona salute generale. Sono una fonte straordinaria di potassio, fibre, molte vitamine B, vitamina C, vitamina K, acido folico, manganese, iodio, acidi grassi omega-3, rame e magnesio. Inoltre, contengono isotiocianato, che aiuta a combattere il cancro esofageo.

Gli studi dimostrano che gli antiossidanti contenuti nelle fragole possono anche aiutare a proteggere il cervello, aiutano la vista e sono utili nella lotta contro il cancro al fegato.

4. Mirtilli rossi

cranberriesIl mirtillo rosso è noto per la sua capacità di aiutare a combattere le infezioni urinarie e della vescica, ma sapevate che può anche aiutare a ridurre il rischio del cancro al seno, al colon, alla prostata e al polmone? Il mirtillo rosso ha più qualità di quanto immaginiate!

5. Lamponi

lamponiI lamponi contengono più vitamina C di un arancio e più fibre di un muffin alla crusca. Chi l’avrebbe mai detto! Gli scienziati stanno anche esaminando il potenziale dei lamponi nel contrastare l’obesità, in quanto l’alta concentrazione di fitonutrienti sembra accelerare il metabolismo nelle cellule adipose. Non deve sorprendere che questa sia una buona bacca anche per i problemi digestivi.

6. Mirtilli

mirtilliIl mirtillo è un potente antiossidante e si posiziona al numero uno sulla lista della frutta e verdura antiossidante (sì, esiste davvero). Quel colore blu scuro è dovuto alla quantità elevata di antociani, che aiutano nel processo di neutralizzazione dei danni causati dai radicali liberi nelle nostre cellule (che in pratica significa che ci aiutano a sembrare più giovani).

Abbiamo attirato la vostra attenzione ora! I mirtilli aiutano anche a ridurre le possibilità di sviluppare malattie cardiache, cataratta, glaucoma, vene varicose, emorroidi e ulcera peptica.

L’Istituto Americano per la Ricerca sul Cancro afferma: “Ora sappiamo che i mirtilli sono una delle migliori fonti di antiossidanti, sostanze in grado di rallentare il processo di invecchiamento e di ridurre i danni cellulari che possono portare al cancro.”

E non dimentichiamo che i mirtilli contribuiscono a migliorare la memoria.

7. More

moreColesterolo alto? Mangiate le more. Esse contengono la fibra solubile pectina, che sembra essere in grado di ridurre i livelli di colesterolo. Contengono anche elevate quantità di vitamine C, E e acido ellagico, che combattono le malattie croniche e il cancro (in particolare i tumori della bocca e del colon).

8. Ciliegie

CiliegieAvete difficoltà a dormire? Le ciliegie contengono melatonina, quindi questo potrebbe essere il frutto di bosco che fa per voi. E’ una sostanza chimica naturale che aiuta a ritrovare un ritmo del sonno sano, quindi mangiare qualche ciliegia un’ora prima di coricarsi potrebbe contribuire ad addormentarsi.

Inoltre, sono un flavonoide antiossidante, che, come è stato dimostrato, promuove la salute cellulare e tissutale; in altre parole, è una buona soluzione anti-invecchiamento. Siccome gli antociani si trovano nella frutta e verdura di colore rosso, viola e blu, le ciliegie potrebbero contribuire anche a ridurre i dolori articolari e muscolari.

Per ottenere il massimo dal vostro frutto, ricordatevi di scegliere i frutti di bosco organici, in quanto contengono più antiossidanti rispetto ai normali frutti di bosco.